Osservatori nel mondo

@-mail
print
Login
Astroparticelle - NewsAPi News
logo

Osservatori da terra

Metodi di indagine sulla materia/energia oscura presenti e future:

  • Boulby Underground Laboratory,
    attraverso lo Sheffield University's Institute for Underground Science (IUS) è uno dei quattro laboratori sotterranei che partecipano al progetto ILIAS (Integrated Large Infrastructures for Astroparticle Physics).
  • DES Dark Energy Survey
    Fotocamera da 500 Megapixel,1 metro di diametro, 2.2 gradi di campo
  • LSST Large Synoptic Survey Telescope
    Telescopio di 8,4mt di diametro con camera da 3200 Mpx 0,3-1.1 micron
  • SKA Square Kilometre Array
    Futuro radio-telescopio da 1 kmq
  • DAMA
    Indagini sulla materia oscura ed altri rari processi con scintillatori altamente radiopuri al Gran Sasso

Metodi di indagine per lo studio dei neutrini:

  • KM3NET
    Telescopio per neutrini sotto il mediterraneo.
  • ICE TOP (Polo sud)
    Rivelatori relativi al progetto:
  • ICE CUBE
    Telescopio per neutrini sotto i ghiacci del polo sud
  • LAGO BAIKAL
    Telescopio per neutrini sotto il lago Baikal in Russia.
  • DAYA BAY.
    L'esperimento sul Neutrino di Daya Bay è un esperimento di oscillazione dei neutrini progettato per misurare l'angolo di miscelazione Θ13 utilizzando anti-neutrini prodotto dai reattori di Daya Bay Nuclear Power Plant (NPP) e della Ling Ao NPP.
  • Katrin Karlshrue tritium neutrino exp.
    Un esperimento per determinare la massa del neutrino
  • Cuoricino Gran Sasso
    Ricerca del doppio decadimento beta in assenza di neutrini
  • NEMO3 (Frejus)
    Doppio decadimento beta - neutrino di Majorana
  • Cuore
    Oscillazione del neutrino
  • Super Nemo
    Progetto in costruzione, sarà dieci volte più sensibile di NEMO3
  • EXO
    Ricerca doppio decadimento ß
  • COBRA
    Oscillazione del neutrino
  • SUPER KAMIOKANDE
    Il più grande osservatorio di neutrini
  • BOREXINO
    Studio dei neutrini solari sub MeV
  • OPERA
    Laboratorio per il rilevamento dell'oscillazione del neutrino
  • LVD
    Large Volume Detector: Laboratorio per il rilevamento di neutrini da collisioni stellari, utile anche per il rilevamento di muoni altamente penetranti.
  • ICARUS
    Rilevamento neutrini e decadimento protone -
    Le camere a bolle tradizionali hanno giocato un ruolo fondamentale nella fisica delle particelle perché forniscono precise immagini in tre dimensioni e con alta risoluzione. L'esperimento ICARUS rappresenta una nuova generazione di camere a bolle, con il vantaggio di essere utilizzato su un volume molto grande(diverse migliaia di tonnellate). Allo stesso tempo, il rivelatore agisce anche come un buon calorimetro omogeneo di granularità molto fine e di precisione estremamente elevata.

Descrizione degli esperimenti sui neutrini del laboratorio del Gran Sasso, video (2009) del INFN.

Altri rivelatori di raggi cosmici:

Telescopi Cherenkov

H.E.S.S., VERITAS e MAGIC sono tre osservatori composti da telescopi per il rilevamento di radiazione Cherenkov, questi telescopi sono in grado rilevare tale emissione che i raggi gamma provenienti dalle remote sorgenti produce in atmosfera, l'importanza di questi strumenti è fondamentale per risalire alla fonte che ha emesso raggi gamma così energetici. I raggi (fotoni) gamma infatti sono l'unico tipo di "astroparticelle" che viaggiano in linea retta tra la sorgente e la terra senza essere deviate, come succede invece per le particelle cariche.
Questo video dedicato a MAGIC spiega molto bene il funzionamento di questo particolare tipo di telescopi.

Metodi di indagine sulle onde gravitazionali:

  • TAMA (Japan)
    Antenne ad interferometria
  • GEO 600 (Deu)
    Interferometria Laser
  • LIGO (USA)
    Interferometria Laser
  • VIRGO (Ita)
    Interferometria Laser
  • ET (Einstein Telescope)
    Progetto futuro ad interferometria Laser, lavorerà a frequenze più basse degli attuali
  • GRAPPA (GRavitation and AstroParticle Physics in Amsterdam)

Stazioni per il rilevamento e registrazione flusso Neutroni e Muoni

MU-RAY

NAIRAS (NASA)

Effetti della radiazione cosmica sui voli aerei


To the top

Astroparticelle - schegge per lo sviluppo della conoscenza...


Ricerche da Terra

Progetti Principali europei (Aspera):

  1. Rivelatori scala tonnellate per ricerca sulla materia oscura
  2. Rivelatori scala 1 tonnellata per determinazione massa del neutrino
  3. Rivelatori ad 1 MTon. per rilevamento del decadimento del protone, dei neutrini cosmici e per investigare sulle proprietà dei neutrini.
  4. Grandi dispiegamenti di telescopi Cherenkov per rilevamento di raggi cosmici gamma ad alta energia.
  5. Telescopi per neutrini a scala Km cubo nel mar mediterraneo.
  6. Grandi serie di rivelatori per raggi cosmici carichi.
  7. Rivelatori per onde gravitazionali (antenne) sotterranei.
INFN
CERN LHCF
APPEC-ASPERA

Muon Monitor in real time



⚛ In primo piano

20.07.2019 Luna 50 anni dopo

Gli equipaggi Apollo furono estremamente fortunati.

Sono passati 50 anni dallo sbarco dell'uomo sulla Luna - un'impresa epica - eppure esiste ancora da parte di una certa schiera di persone, la triste convinzione che le missioni Apollo siano state una sorta di truffa costruita ad hoc dagli Stati Uniti, nel pieno periodo della guerra fredda tra USA e URSS. Tra le varie dicerie dei sostenitori del "complotto" viene detto che gli astronauti non avrebbero potuto attraversare la magnetosfera della Terra dove sono presenti alte concentrazioni di particelle radioattive, in una zona ben definita scoperta dal fisico Van Allen...


Fulmini e raggi cosmici

Cosa sono i fulmini lo sanno più o meno tutti, sono scariche elettriche che si propagano in atmosfera tra nuvola e nuvola, oppure tra nuvola e terra. Quello che forse non tutti conoscono è il grosso problema della formazione dei fulmini, cioè che il potenziale elettrico nelle nubi non sarebbe sufficiente per innescare l'arco elettrico, ecco quindi che il ruolo dei raggi cosmici sarebbe determinante per innescare la scintilla principale...




Area riservata

Accedi | Registrati

x

Iscriviti

Per ricevere aggiornamenti periodici inviaci la tua email.

oppure registrati

Questo modulo serve solo come iscrizione alle newsletter, per accedere all'area riservata è necessario registrarsi.

INFN

CERN LHCF

supernova alert

EOS

supernova alert